Elementor #3999

Interventi pr DSA e ADHD

Dopo la diagnosi di DSA (Disturbi Specifici di Apprendimento) o ADHD, è fondamentale adottare interventi mirati per supportare il bambino. Questi includono il potenziamento cognitivo, il sostegno psicologico, la terapia farmacologica e cognitivo-comportamentale, e l’approccio psicoeducativo con Parent e Teacher Training. È essenziale integrare questi interventi con tecnologie assistive e un approccio metacognitivo per migliorare l’autonomia e le capacità di apprendimento del bambino.

Continue reading

Neurodiversità che necessitano di comprensione ed empatia: DSA e ADHD 

Neurodiversità

L’articolo tratta l’importanza di comprendere e supportare le neurodiversità, come DSA e ADHD, con empatia e approcci educativi adeguati. Queste condizioni neurologiche richiedono un’attenzione particolare e differente rispetto ai metodi educativi tradizionali. L’articolo sottolinea come i pregiudizi e gli stereotipi possano influenzare negativamente la percezione di queste condizioni, spesso considerate patologiche a causa di una visione binaria di normalità e diversità. Promuove una prospettiva bio-psico-sociale che valorizza le differenze individuali, vedendo la diversità come una normale espressione della varietà umana. Infine, evidenzia l’importanza dell’empatia e della creazione di ambienti inclusivi sia a scuola che in famiglia per favorire lo sviluppo e il benessere dei bambini con neurodiversità.

Continue reading

Strumenti scolastici per DSA e ADHD a scuola: risorse per sostenere i bambini

Strumenti DSA e ADHD

L’articolo discute strumenti e risorse scolastiche vitali per supportare bambini con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA) e Attention Deficit Hyperactivity Disorder (ADHD) nelle scuole. Mette in luce l’importanza di strumenti compensativi e misure dispensative, individualizzando l’approccio educativo attraverso Piani Didattici Personalizzati (PDP). L’articolo enfatizza anche la necessità di adattare i metodi di studio per favorire un ambiente inclusivo e equo, in linea con la legge 170/2010 per i DSA e la Direttiva Ministeriale per l’ADHD, riconoscendo i loro Bisogni Educativi Speciali (BES). Inoltre, esplora diverse modalità di apprendimento, come visivo-verbale, visivo-non verbale, uditivo e cinestesico, proponendo soluzioni adatte per mitigare le difficoltà specifiche degli studenti con queste condizioni.

Continue reading

DSA e ADHD: come possono genitori e insegnanti riconoscere i segni precoci?  

Indici predittivi

Riconoscere precocemente i segni dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) e del Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività (ADHD) è fondamentale per garantire il benessere e il supporto adeguato ai bambini. I segni di DSA si possono notare già in età prescolare e diventano più evidenti quando i bambini iniziano l’apprendimento formale di lettura, scrittura e matematica. Tra i segni vi sono difficoltà linguistiche, di discriminazione uditiva, visuo-spaziali e motorio-prassiche. Per l’ADHD, i segnali come l’iperattività, l’impulsività e la disattenzione possono manifestarsi fin dalla scuola materna. È cruciale che genitori e insegnanti, spesso i primi a notare queste difficoltà, consultino specialisti per un’accurata valutazione e per stabilire un piano di supporto personalizzato. Riconoscere questi segni non solo aiuta a migliorare la qualità di vita dei bambini, ma previene anche lo sviluppo di problemi secondari come bassa autostima e difficoltà sociali.

Continue reading

Insieme per le neurodivergenze: Develop Players e Centro Psicodiagnostico Italiano

Disturbi neurosviluppo

Il Centro Psicodiagnostico Italiano (CPI) e Develop Players, spin-off dell’Università di Bologna, hanno avviato una partnership per identificare e trattare i disturbi del neurosviluppo. Utilizzando videogiochi basati su intelligenza artificiale e ricerca neuropsicologica, mirano a valorizzare l’apprendimento individuale e facilitare la crescita personale. Gli strumenti come Proffilo e Eye-Riders sono progettati specificamente per bambini e adolescenti con DSA e ADHD, combinando diagnosi precoce e trattamenti personalizzati che migliorano la qualità di vita e l’inclusione sociale.

Continue reading

Legge 170/2010: Guida al Supporto per Studenti con ADHD

ADHD

Il sistema educativo italiano, tramite la Legge 170/2010 e la Direttiva Ministeriale del 2012, riconosce e sostiene gli studenti con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA) e ADHD, garantendo loro un accesso equo all’istruzione. Queste normative obbligano le scuole a creare Piani Didattici Personalizzati (PDP) che includano strategie e strumenti compensativi specifici per ciascuno studente, migliorando così il loro percorso educativo. Inoltre, la Legge 104/1992 fornisce ulteriore supporto per gli studenti con disturbi particolarmente limitanti. Un aspetto cruciale per l’efficacia di queste misure è la formazione degli insegnanti, che devono essere preparati a gestire le esigenze specifiche degli studenti con ADHD, assicurando un ambiente di apprendimento inclusivo e produttivo. Questo approccio personalizzato e le politiche di supporto mirano a garantire che ogni studente con ADHD possa raggiungere il suo pieno potenziale educativo.

Continue reading

Giochi Educativi per DSA e ADHD.

Giochi Educativi DSA e ADHD

Develop-Players si distingue nel campo dei giochi educativi, offrendo soluzioni innovative per bambini e ragazzi con DSA e ADHD. Il loro approccio si basa sull’eterogeneità dei disturbi specifici di apprendimento, enfatizzando la personalizzazione e l’adattabilità dei giochi per rispondere alle esigenze individuali. Utilizzando algoritmi avanzati, i loro giochi, come il Proffilo, identificano non solo le aree di fragilità ma anche i punti di forza degli utenti. L’azienda pone un’enfasi particolare sulla ricerca continua, l’etica e la tecnologia, con un impegno costante nel co-design e nella valutazione della loro efficacia. I loro giochi, ottimizzati per DSA e ADHD, incorporano algoritmi di clusterizzazione e reinforcing learning per migliorare l’esperienza di apprendimento e massimizzare le prestazioni degli utenti.

Continue reading

Serious Game per DSA e ADHD: Trasformare il Gioco in Terapia

Innovazione nei Serious Game per DSA

Serious Games per DSA e ADHD: Trasformare il Gioco in Terapia

Nel mondo dei Serious Game per DSAADHD, giocare non è solo un passatempo, ma diventa uno strumento terapeutico fondamentale. In Develop Players, abbiamo esplorato l’impiego di questi giochi non convenzionali nel metodo riabilitativo, scoprendo un modo semplice e veloce per lo screening e l’assistenza nei disturbi dell’apprendimento.

Che cosa sono i Serious Games?

I serious game – o gli applied game – sono giochi che vanno oltre il puro divertimento o intrattenimento. Questi sfruttano l’aspetto ludico per raggiungere obiettivi educativi, informativi e riabilitativi. In particolare, i Serious Game per DSA e ADHD rappresentano un approccio innovativo che si distingue dai videogame tradizionali per il loro fine ultimo: migliorare i comportamenti, le conoscenze e le competenze dei giocatori.

L'impatto dei serius games sui DSA

Nei Serious Game dedicati ai disturbi specifici di apprendimento, troviamo un’interazione unica tra gioco e apprendimento. Sono progettati per offrire un’esperienza coinvolgente e stimolante, mirando a migliorare le capacità cognitive e comportamentali dei bambini e ragazzi con DSA e ADHD. Attraverso un mix di storytelling dinamico e elementi ludici, i giocatori sono immersi in un percorso di apprendimento che è al tempo stesso educativo e piacevole.

Innovazione nei Serious Game per DSA

Vantaggi dei Serious Game nella Riabilitazione

I vantaggi dei Serious Game nella riabilitazione sono molteplici. Come piattaforma di apprendimento attivo, rendono l’assimilazione di conoscenze più facile e divertente. In particolare, per bambini e ragazzi con DSA e ADHD, questi giochi favoriscono un maggiore coinvolgimento e attenzione, grazie alla loro natura immersiva e interattiva. Il carattere ludico dei Serious Game stimola anche le emozioni, rafforzando la memoria e rendendo l’apprendimento meno noioso. Questo approccio, che continua anche al di fuori delle strutture cliniche, permette ai bambini di utilizzare lo strumento in modo indipendente e motivato all’interno della propria abitazione.

Conclusione: Il Futuro del Gioco e della Terapia

In conclusione, l’importanza di abbracciare metodi innovativi e personalizzati nell’educazione e nel supporto di bambini e ragazzi con DSA e ADHD è fondamentale. Attraverso l’uso di strumenti come i videogiochi sviluppati da Develop-Players, possiamo non solo migliorare le capacità cognitive di questi giovani, ma anche offrire loro un’esperienza di apprendimento più coinvolgente e adattata alle loro esigenze uniche. Questo approccio non solo potenzia le loro abilità, ma incoraggia anche un senso di autonomia e fiducia in se stessi. Il futuro dell’istruzione speciale si sta evolvendo e Develop-Players sta conducendo questa rivoluzione con soluzioni creative, efficaci e accessibili a scuole, professionisti e famiglie in tutta Italia.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Email

ADHD e Valutazione: Strumenti Digitali Innovativi

L’autrice, Mariagrazia Benassi, esplora il Deficit di Attenzione ed Iperattività/Impulsività (ADHD), un comune disturbo neurosviluppale. Presenta un quadro dettagliato delle manifestazioni, evidenziando l’importanza della valutazione in diverse fasi della vita, dalla prima infanzia all’età scolare. La valutazione, condotta idealmente in équipe, coinvolge questionari e test neuropsicologici focalizzati sull’attenzione, l’inibizione, il problem solving e il linguaggio. Benassi sottolinea la necessità di una diagnosi differenziale e introduce l’innovazione dei giochi digitali come alternativa interattiva ai test tradizionali. La validazione accurata, fondamentale per la creazione di strumenti affidabili, è un impegno chiave di Develop-Players, evidenziando il loro ruolo nel progresso della valutazione ADHD.

Continue reading